Smart-Recommendations Machine Learning per Smart Recommendations: tracking con pixel di tracciamento per data warehouse

Machine learning per l'editoria digitale

Il Machine Learning è la capacità di apprendere e di agire sulla base di quanto appreso. In questo articolo ti mostreremo come abbiamo affiancato Digital360 nel raggiungimento dei suoi obiettivi di marketing grazie al cloud computing ed al machine learning. Un case study sull'apprendimento automatico in tempo reale applicato al mondo dell'editoria digitale. Parleremo di Amazon Redshift, di Amazon Personalize e di un sistema di suggerimenti intelligenti che abbiamo chiamato Smart Recommendations.

Come si applica il machine learning al marketing? Come sfruttare l'intelligenza artificiale nell'editoria digitale?

Digital360Digital360

Digital360 è un importante attore del B2B nazionale che opera nel mercato delle tech company (vendor, software house, system integrator, startup, ecc.).

I suoi 55 portali web e gli 1,6 milioni di visitatori unici al mese fanno di Digital360 il più grande Network sull'innovazione digitale del nostro paese, con ben 45000 keyword in prima pagina su Google.

Tramite due distinte business unit, Demand GenerationAdvisory & Coaching, l'azienda offre un pacchetto completo, che va dalla creazione di contenuti alla consulenza specializzata, a tutte le imprese con interessi nel mercato digitale.

Il cuore della Demand Generation viene definito Engine:

"[L'Engine] genera un flusso continuativo di comunicazione integrando storytelling, SEO, digital PR, social sia sulle testate del network Digital360 sia sulle property delle aziende clienti. Ma soprattutto è in grado di generare contatti profilati e concrete opportunità di vendita, grazie alla marketing automation e a contenuti di qualità che richiedono una sottoscrizione, i cosiddetti “gated content”.

-Andrea Rangone - CEO di Digital360 per EconomyUp

Andrea Rangone
Andrea Rangone CEO di Digital360

L'obiettivo

All'interno di ognuno dei 55 portali del network è possibile navigare tra diversi contenuti ottenendo suggerimenti di lettura.

Dunque, l'obiettivo di Digital360 è quello di migliorare i suggerimenti di lettura utilizzando contenuti di valore per l'utente, personalizzati sulla base dei suoi specifici interessi.

Seguendo questo approccio è possibile migliorare contemporaneamente l'esperienza utente sul sito e le probabilità di conversione.

La soluzione

Digital360 è il più grande network in Italia di testate e portali B2B dedicati ai temi della Trasformazione Digitale e dell’Innovazione Imprenditoriale.

Dopo una attenta analisi, abbiamo proposto a Digital360 un motore in grado di migliorare i suggerimenti non solo all'interno di un singolo portale, bensì tra tutti i portali del Network Digital360.

Lo abbiamo chiamato "Smart Recommendations".

"Un motore in grado di migliorare i suggerimenti di lettura sfruttando tutti i contenuti del Network"

In questo modo possiamo ottenere un altissimo grado di personalizzazione, perché più si conosce il lettore e le tematiche alle quali è interessato, più è possibile suggerirgli contenuti che abbiano valore per lui.

In quanto AWS Partner, abbiamo progettato Smart Recommendations sul paradigma dei microservizi serverless.

Scopriamo come funziona.

Smart Recommendations - Machine Learning per le testate editoriali

Amazon dichiara che oltre il 30% delle page views su Amazon.com deriva da prodotti suggeriti

Smart Recommendations è un motore che usa sofisticati algoritmi di machine learning e intelligenza artificiale per riuscire a  prevedere e suggerire i contenuti di maggior interesse per l'utente.

Ma come funziona Smart Recommendations?

Ecco come si sviluppano le diverse fasi dell'architettura di Smart Recommendations.

Prima fase - il tracciamento degli utenti

Il primo passo nella progettazione di un servizio che fornisce suggerimenti non può che essere il tracciamento degli utenti.

A questo scopo, Smart Recommendations raccoglie le informazioni e gli interessi degli utenti tramite un piccolo snippet Javascript che contiene un pixel di tracciamento.

Ottenuti i dati, si passa quindi alla seconda fase.

Seconda fase - l'arricchimento dei dati

Il Data Enrichment consiste nell'incrocio di dati tra database diversi con l'obiettivo di ottenere un dato finale più dettagliato.

Avendo a disposizione i dati di visualizzazione delle pagine, possiamo interrogare alcuni database pubblici ed incrociare le informazioni per arricchire il dato grezzo, aggiungendo informazioni utili per il motore di machine learning.

Ad esempio, partendo dall'indirizzo IP possiamo stimare la posizione geografica dell'utente, il provider di connessione e l'azienda.

Ultimata la fase di data enrichment bisogna organizzare i dati in modo tale da poter essere analizzati con il machine learning.

Terza fase - Data Warehouse

Tramite una pipeline il dato arricchito viene conservato in un Data Warehouse: Amazon Redshift.

Redshift è un servizio AWS di data warehousing completamente gestito e ad alte prestazioni che permette l'analisi di grandi quantità di dati ad un costo ridotto rispetto ai tradizionali sistemi di data warehouse locali.

Ecco alcune caratteristiche che lo rendono lo strumento giusto per le Smart Recommendations:

  • Sistema a colonne: i dati vengono memorizzati in blocchi che contengono tipi di dati simili, permettendo un livello di compressione eccellente.
  • Processing parallelo: Redshift usa un sistema di cluster in cui ogni cluster contiene uno o più database che vengono processati da due tipi diversi di nodi:
    • Un Leader node
    • Uno o più Compute node

Questi due nodi svolgono compiti diversi coordinandosi tra di loro:

  • Il Leader Node riceve la query, coordina l'esecuzione parallela della query tra i Compute Node ed aggrega i risultati per restituirli all'application server.
  • I Compute Node eseguono le istruzioni del Leader Node e gli trasmettono il dato intermedio, che viene aggregato prima di essere restituito.

Questo sistema di processing parallelo permette di ottenere altissime prestazioni, motivo per cui Redshift si configura come uno dei migliori servizi cloud per scopi di machine learning.

Ecco lo schema dell'architettura di tracking e data warehousing:

Architettura Machine Learning per Smart Recommendations: schema di tracking con pixel di tracciamento per data warehouse
Architettura Machine Learning per Smart Recommendations: schema di tracking con pixel di tracciamento per data warehouse

Quarta fase - il Machine Learning

Dopo aver memorizzato i dati nel nostro Data Warehouse, siamo pronti per mettere in moto Amazon Personalize.

Amazon Personalize è un servizio AWS di machine learning che sfrutta la tecnologia di Amazon.

In altre parole, usare Amazon Personalize nel nostro motore di Smart Recommendations vuol dire avere nel cofano la potenza dello stesso algoritmo che Amazon.com usa per generare suggerimenti di acquisto.

Amazon Personalize, un servizio di Machine Learning AWS - Schema di configurazione
Lo schema di configurazione di Amazon Personalize

Personalize lavorerà dunque i dati contenuti nel Data Warehouse di Amazon Redshift, "imparando" dai comportamenti degli utenti tra le diverse testate del network e dalle loro preferenze tra topic diversi.

Attraverso alcune "ricette", così vengono chiamati gli algoritmi di machine learning da Personalize, sarà in grado di prevedere e suggerire i contenuti giusti ai lettori giusti. Tutto in una manciata di secondi.

Smart Recommendations impara dai comportamenti degli utenti e suggerisce i contenuti giusti agli utenti giusti

Approfondimenti

Scopri i risultati dei nostri test di machine learning per Smart Recommendations.

Compila il form e ricevi il whitepaper di approfondimento


AWS Partner: chi sono e cosa possono fare per te

Hai sentito parlare del Cloud Computing e ti sei imbattuto in diverse soluzioni con diversi fornitori. Hai capito la differenza tra i modelli di servizio SaaS, PaaS e IaaS e vuoi continuare ad esplorare questo mondo perché pensi faccia al caso tuo. In questo articolo ti darò una panoramica sul cloud AWS e sul programma AWS Partner network, ti parlerò dei due diversi tipi di AWS Partner e ti spiegherò come un AWS Partner può aiutarti a fare la differenza, indipendentemente dal tuo settore di provenienza. 

Cos’è AWS in 2 minuti

AWS è Cloud Computing

Amazon Web Services è un servizio di Cloud Computing fornito dal colosso web di proprietà di Jeff Bezos. Nasce in risposta ai pesanti picchi di traffico generati dall’enorme bacino di utenti di Amazon.com

Come garantire un servizio continuativo e privo di interruzioni con questo numero di utenti?

Per rispondere a questa domanda, Werner Vogels, attuale CTO di Amazon, ebbe l’idea di spezzettare il carico di lavoro in una serie di microservizi indipendenti da far elaborare a componenti diversi. 

“Ci siamo spostati verso un'architettura service-oriented prendendo singoli pezzi di business logic dagli application server, abbiamo cercato i dati su cui operavano, li abbiamo messi insieme e gli abbiamo scritto delle API, questo è quello che chiamiamo un servizio.”

-Werner Vogels, Q&A per InformationWeek

Werner Vogels, CTO di Amazon.com al Web Summit 2017 presso l'Altice Arena di Lisbona

I vari componenti comunicavano tra loro tramite un sistema di code, distribuendo le richieste ai server in base alla loro disponibilità, evitando sovraccarichi e soprattutto, evitando di perdere preziosi bit di informazione.

Questo sistema fu poi commercializzato con il nome di Simple Queue Service, il primo servizio cloud ad essere lanciato sul mercato da AWS.

“Abbiamo scoperto una vera religione sulle architetture service-oriented, questo ha cambiato il nostro modo di pensare ai sistemi ed ai componenti.”

-Andy Jassy, CEO di AWS, da InformationWeek

Andy Jassy, CEO di Amazon Web Services

Dopo aver sperimentato direttamente i vantaggi del cloud computing, Bezos capì che altre società avrebbero potuto trarre beneficio dai vantaggi di un'infrastruttura cloud.

Fu allora che chiese ad Andy Jassy, attuale CEO di AWS, di sviluppare un business plan per la vendita di questi servizi, dando vita, qualche anno dopo, a quello che oggi conosciamo come il più innovativo ed efficiente servizio di cloud computing al mondo.

AWS è IaaS

AWS funziona secondo il modello IaaS, ovvero Infrastructure as a Service. Per una panoramica sui diversi modelli di servizio (tra cui software as a service e platform as a service) leggi qui.

In breve, AWS mette la sua infrastruttura cloud direttamente a tua disposizione. È un po' come affittare, a tempo indeterminato, una parte di un enorme data center dovendoti preoccupare esclusivamente di scegliere la quantità di risorse di cui hai bisogno. 

 

Quanta potenza ti serve? Quanto storage pensi di utilizzare? Quanta banda credi di consumare? 

Sono queste le uniche domande che devi farti quando decidi di usare AWS. 

“E se dopo qualche mese mi rendessi conto di aver fatto male i conti?” 

Errare humanum est, ma devi sapere che uno dei vantaggi fondamentali del cloud è poter scalare le risorse in qualunque momento in base alle tue esigenze.

Puoi avere cento giga di storage oggi e mille domani. Puoi aumentare o diminuire la potenza di calcolo con un click, accendere o spegnere il data center virtuale senza tutte le complicazioni ed il provisioning richiesti da un data center locale o dedicato. E soprattutto, paghi solo quello che consumi.

Ricapitolando: AWS è un servizio di Cloud Computing fornito secondo il modello IaaS.

Al momento conta più di 175 servizi per ogni tipo di utilizzo immaginabile in pressoché qualunque ambito in cui siano i dati a farla da padrone: intelligenza artificiale, machine learning, data lake e molto altro.

I servizi AWS coprono innumerevoli settori che vanno dalla finanza alla sanità, dal marketing all’istruzione, solo per citarne alcuni. 

Cos’è il programma Amazon Partner Network

Ma come poter sfruttare appieno la potenza di questa imponente infrastruttura? 

Per promuovere l’uso e la diffusione dei propri servizi, AWS si affida ai partner del programma Amazon Partner Network.

Il programma Amazon Partner Network è una rete di società certificate da Amazon in grado di sfruttare l’infrastruttura cloud di AWS per conto di terzi.

Per diventare Partner AWS è necessario sostenere degli esami specifici che permettono il conseguimento delle certificazioni AWS, e solo dopo aver conseguito un preciso numero di certificazioni ed aver soddisfatto determinati requisiti è possibile diventare Partner. Se hai voglia di approfondire, puoi dare un’occhiata al sito ufficiale.

Chi sono gli AWS Partner

Gli AWS Partner sono quindi società certificate da AWS in grado di produrre e distribuire soluzioni basate sulla sua infrastruttura cloud. Al loro interno si suddividono in due grandi gruppi: Consulting Partner e Technology Partner.

Consulting Partner

I Consulting Partner sono società che offrono consulenza specializzata nelle soluzioni cloud del mondo AWS.

Affidandoti ad un Consulting Partner potrai scoprire come sfruttare le potenzialità del cloud per la tua impresa ed ottimizzare la gestione della tua infrastruttura riducendo drasticamente i costi ed i tempi di gestione.

I Consulting Partner possono inoltre fornire le soluzioni presenti all’interno del Marketplace AWS, un vero e proprio store di soluzioni IT per le più diverse esigenze business. 

Technology Partner

I Technology Partner sono società specializzate nella produzione di soluzioni hardware, software e di connettività che sfruttano l’infrastruttura cloud di AWS.

I prodotti dei Technology Partner AWS possono essere forniti secondo modelli di servizio PaaS o SaaS e vengono distribuiti tramite il Marketplace di AWS, in modo indipendente o in soluzioni bundle. 

I vantaggi di AWS

Adesso sai che il programma Amazon Partner Network è una rete di società certificate da Amazon e che i Partner AWS aiutano le imprese a realizzare le proprie idee sviluppandole in un ambiente di cloud computing all’avanguardia, ma la domanda sorge spontanea:

“Perché dovrei scegliere AWS? Perché non mettere a punto un data center locale?”

Valutare attentamente tutte le possibili alternative è sicuramente la migliore strada per il successo aziendale, ed a questo scopo ho messo a tua disposizione un breve riassunto che descrive i principali vantaggi di AWS, partendo dai vantaggi economici.

Vantaggi economici

Con un’infrastruttura cloud-based non dovrai più preoccuparti di fare il provisioning delle risorse: avrai sempre a disposizione la possibilità di scalare in basso o in alto in base alle tue esigenze e pagherai esclusivamente per il servizio che usi.

Non ci sono tariffe fisse o complicati contratti di gestione, il cloud usa un modello di pricing on-demand come altri servizi a cui sei già abituato, ad esempio il servizio idrico o quello elettrico.

Inoltre su AWS hai sempre a disposizione degli strumenti di controllo dei costi che ti aiutano a massimizzare l’efficienza dei tuoi servizi valutando attentamente tutte le spese. E non dimentichiamo ovviamente i vantaggi prestazionali.

Vantaggi prestazionali

Valutare una soluzione in cloud vuol dire fare una previsione oculata anche sugli sviluppi futuri della tecnologia. Avere una struttura in grado di gestire grandi flussi di dati richiede hardware potente.

Al diffondersi della tecnologia coincide un sempre maggior numero di utenti in rete, e nella migliore delle ipotesi, più utenti vuol dire più workload per i tuoi server.

Mentre i tempi ed i costi di ammodernamento di un data center locale sono proibitivi e possono farti perdere le giuste occasioni di crescita, su AWS hai sempre a disposizione tutta la potenza di calcolo necessaria per qualunque tipo di operazione.

E se domani non avessi più bisogno di quella potenza potrai sempre scalare le risorse con un paio di click. Usare AWS infatti ha anche numerosi vantaggi di gestione. 

Vantaggi di gestione

La gestione di un’infrastruttura cloud è semplice e non necessita di un sistemista o di processi complicati.

Configurazione e manutenzione sono letteralmente a portata di click e facilmente accessibili in qualsiasi momento e da qualsiasi posizione geografica. Tutto quello di cui hai bisogno è un dispositivo connesso alla rete.

Con AWS inoltre sei in una botte di ferro, hai numerosi vantaggi in termini di affidabilità.

Vantaggi di affidabilità

AWS protegge i tuoi servizi: la tolleranza ai guasti e l’alta disponibilità sono i suoi punti forti. Non dovrai più preoccuparti di malfunzionamenti hardware o errori di sistema, AWS ti garantisce una continuità di servizio senza pari.

Inoltre puoi fare un backup dei tuoi servizi in diverse regioni e zone di disponibilità. In questo modo riduci drasticamente i costi di un piano di disaster recovery ed i rischi legati a malfunzionamenti che possono danneggiare la reputazione del tuo brand.

Cosa possono fare per te gli AWS Partner

Adesso hai scoperto cosa rende il cloud conveniente rispetto ad un tradizionale data center locale o dedicato, dunque non resta che dare una risposta alle seguenti domande:

“Cosa può fare esattamente un AWS Partner per me? 

Qui in basso ti ho elencato le quattro principali aree di competenza di un AWS Partner. Sentiti libero di contattare un AWS Partner in ognuno di questi casi.

Consulenza

Gli AWS Partner possono fornirti consulenza specializzata nel mondo del cloud computing di AWS e farti avere le idee chiare su tutti i vantaggi relativi ad una soluzione cloud-based: riduzione dei costi, gestione semplificata, scalabilità. Qualunque sia la tua idea imprenditoriale, affidarti ad un AWS Partner è il primo passo per renderla una storia di successo.

Setup

Gli AWS Partner sono specializzati nel setup di infrastrutture cloud in grado di rispondere alle tue esigenze, capaci di gestire ogni tipo di workload. Che tu abbia bisogno di fare previsioni finanziarie o sfruttare l’intelligenza artificiale per migliorare le tue campagne di marketing, un AWS Partner sarà in grado di aiutarti nel setup di un’adeguata soluzione in cloud.

Migrazione

Gli AWS Partner ti aiutano nella migrazione delle tua infrastruttura IT e delle tue applicazioni nel cloud per permetterti di iniziare a sfruttare tutti i vantaggi che ne derivano in termini prestazionali e di affidabilità. Se vuoi liberarti dal peso del tuo data center locale è arrivato il momento di rivolgerti ad un esperto, e non esiste miglior esperto cloud di un AWS Partner.

Sviluppo

Gli AWS Partner possono sviluppare per te soluzioni software in grado di girare nativamente sull’infrastruttura cloud di AWS, progettate per essere elastiche e capaci di prevenire i danni derivanti da sovraccarichi ed essere contemporaneamente sostenibili durante i periodi di minore traffico. Le tue applicazioni sono molto più sicure nel cloud di quanto non lo siano altrove.

 

CTMobi è AWS Partner

Costruiamo insieme il tuo successo


Panda

Pregnancy And Newborn Diagnostic Assessment

P.A.N.D.A. è un sistema di MobileHealth che nasce con l’obiettivo di portare Antenatal care lì dove gli ospedali sono difficilmente raggiungibili. Mediante un’applicazione mobile icon-based operatori anche con basso livello di istruzione possono eseguire visite prenatali standardizzate in accordo con le linee guida dell’Organizzazione Mondiale della Sanità.

Ogni visita consta di 4 fasi:

  •  Raccolta di dati anagrafici;
  •  Anamnesi, allo scopo di conoscere la storia clinica della donna;
  •  Screening, che consiste nell’esecuzione di misurazioni (altezza, peso, altezza uterina, pressione arteriosa, temperatura) e test rapidi (HIV, sifilide, malaria, glucosio, emoglobina) oltre che in domande specifiche sulle condizioni di salute della donna (movimenti fetali, infezioni, febbre). L’applicazione mobile si interfaccia con i device medici leggendo il valore delle misurazioni mediante tecnologia bluetooth ed nfc, permettendo di ridurre al minimo l’errore dell’operatore nell’inserimento dei valori.
  •  Educazione sanitaria con lo scopo di educare le donne alla prevenzione e riguardo al comportamento da tenere durante la gravidanza, il parto e nel postnatal care.

Ogni operatore è dotato di uno zaino a ricarica fotovoltaica che contiene i dispositivi medici necessari allo svolgimento della visita prenatale.

Una volta raccolti i dati, essi sono memorizzati nello smartphone. La sfida più grande è stata quella di predisporre un sistema che fosse in grado di lavorare offline sincronizzandosi nel momento in cui una connessione fosse disponibile, trovando il giusto compromesso tra consumo della batteria e freschezza dei dati. Nel momento in cui una connessione è disponibile i dati vengono inviati al server; da questo momento i dati raccolti durante le visite possono essere visualizzati dai medici di riferimento mediante l’applicazione desktop P.A.N.D.A. Medical Unit che permette loro di verificarne la validità ed elaborare il follow-up per ciascuna donna. Il percorso standard prevede 3 visite durante la gravidanza ma viene adattato, mediante comunicazione bidirezionale col server, in base alle direttive del medico che elabora i dati raccolti.

Nell’ambito del progetto P.A.N.D.A. CTMobi si è occupata della realizzazione dell’applicazione mobile Android, dell’interfacciamento dell’applicazione con i vari device medici mediante bluetooth ed NFC, dell’applicazione desktop in java (P.A.N.D.A. Medical Unit), del server in java che fa da tramite tra applicazioni mobile e desktop.

Il progetto P.A.N.D.A. è attualmente utilizzato in Madagascar nella regione di Ambanja e in Burkina Faso.